Le ultime parole di Salvador Allende.

A poche ore dalla morte del dittatore Augusto Pinochet, ritengo importante ricordare Salvador Allende e le sofferenze del popolo cileno.

“…..Lavoratori della mia patria: voglio ringraziarvi per la lealtà che sempre avete avuto, la fiducia che avete posto in un uomo che fu solo interprete di grandi aneliti di giustizia, che impegnò la sua parola di rispettare la costituzione e la legge, e così fece.
In questo momento definitivo, l’ultimo in cui posso rivolgermi a voi. Spero che impariate dalla lezione.
Il capitale straniero, l’imperialismo unito alla reazione, ha creato il clima perché le Forze Armate rompessero con la loro tradizione (…) Mi rivolgo soprattutto alla donna modesta della nostra terra:
alla contadina che credette in noi, all’operaia che lavorò di più, alla madre che conobbe la preoccupazione per i figli. Mi rivolgo ai professionisti, patrioti, a coloro che da giorni stanno lavorando contro la sedizione appoggiata dai collegi professionali, collegi di classe creati anche per difendere i vantaggi di una società capitalista.
Mi rivolgo alla gioventù, a coloro che cantarono e donarono la loro allegria ed il loro spirito di lotta; mi rivolgo all’uomo del Cile, all’operaio, al contadino, all’intellettuale, a coloro che saranno perseguitati, perché nel nostro paese il fascismo già da molte ore è presente con molti attentati terroristi, facendo saltare ponti, tranciando linee ferroviarie, distruggendo oleodotti e gasdotti, di fronte al silenzio di chi aveva l’obbligo di intervenire. Si sono compromessi. La storia li giudicherà. Sicuramente Radio Magallanes, sarà oscurata ed il metallo tranquillo della mia voce non giungerà a voi. Non importa mi sentirete comunque.
Sempre sarò con voi, per lo meno il mio ricordo sarà quello di un uomo degno che fu leale alla patria. Il popolo deve difendersi, ma non sacrificarsi. Il popolo non deve lasciarsi colpire e crivellare, ma nemmeno può umiliarsi. Lavoratori della mia patria: ho fede nel Cile e nel suo destino. Altri uomini supereranno questo momento grigio ed amaro, nel quale il tradimento pretende d’imporsi. Proseguite voi, sapendo che, non tardi ma molto presto, si apriranno i grandi viali alberati dai quali passerà l’uomo libero, per costruire una società migliore.Viva il Cile, viva il popolo, viva i lavoratori!…queste sono le mie ultime parole, ho la certezza che il sacrificio non sarà vano. Ho la certezza che, almeno, ci sarà una sanzione morale per punire la fellonìa, la codardia ed il tradimento”.

Un silenzio sorprendente resta sospeso nell’aria di Santiago del Cile quando Allende ritiene di aver finito il suo discorso. Il suo ultimo appello al Paese. Poi giunge la morte, improvvisa, fulminea. Gli aerei colpiscono la Moneda, il fumo acre, i blindati dei Carabinieri si fanno sempre più pressanti, i collaboratori di Allende escono dal palazzo. Dentro al palazzo i pochi rimasti con Allende si mettono le maschere antigas, poi sparano dalle finestre. Le pallottole, le bombe, la battaglia, fino a quell’ultima parola del Presidente ascoltata dal detective David Garrido: “Allende non si arrende”. Le quattordici e un quarto. Allende si uccide con l’ultima pallottola rimasta nel suo Aka. Proprio come ha promesso ai militari infedeli. Si uccide perché non intende dargliela vinta………

Please follow and like us:
error

Cultura e teatro

Il giorno 29 Settembre avrà inizio il 1° Teatrofestival Città di Guidonia Montecelio.
Per otto settimane le compagnie teatrali del nostro Comune ci rappresenteranno spettacoli di vario genere per un totale di 24 serate. Gli ingressi sono gratuiti, ma vista l’eseguità dei posti è richiesta la prenotazione.
Per info contattami.

Ad maiora
Aldo

Please follow and like us:
error

…sul Partito democratico

II dibattito sul partito democratico ha qualcosa di lezioso e irritante. Ora l’uno, ora l’altro di quelli che dovrebbero essere i protagonisti del percorso democratico di costruzione del nuovo soggetto politico rallentano, poi accelerano poi di nuovo rallentano il proprio passo e così via, per chissà quant’altro tempo. Interpretare tale atteggiamento schizofrenico come una mera lotta di potere e per il potere è insufficiente, fuorviante e non coglie le inerzie insite in un processo che è prima di tutto un percorso culturale.
I dati elettorali, oltre che la communis opinio, non danno adito a tentennamenti ed incitano a fare presto e ad andare avanti comunque, anche se i nodi sono più complessi ed intricati di quanto si voglia comunemente riconoscere.
In definitiva, senza innamorarsi astrattamente delle formule, il PD altro non è che il tentativo di semplificazione delle dinamiche interne allo schieramento di Centro-sinistra ai fini dell’evoluzione in senso compiutamente bipolare del nostro sistema politico, con l’aspirazione malcelata che analoga semplificazione avvenga nello schieramento di Centro – destra in modo da imporre un confronto fra due grosse formazioni politiche, entrambe responsabili dell’esercizio rispettivo di compiti di governo o opposizione.
Tuttavia l’alternanza di governo tra un partito progressista e uno conservatore impone l’adozione di un sistema elettorale come quello inglese, appunto, che inibisce la concorrenza di forze intermedie e in genere assicura a chi vince un numero consistente di seggi. Questa prospettiva, pur auspicabile è a mio avviso poco attuale.
Un dato è però incontrovertibile. Fin quando regge l’appello antiberlusconiano si rafforzano le ragioni dello stare insieme. Quando questo si affievolisce, o non occupa più la prima pagina dell’Agenda politica quotidiana, rinverdiscono – è cronaca di questi giorni – presunte rendite di posizione, tentativi maldestri di differenziazione e appelli alla differenziazione. Tutto questo evidenzia bene la debolezza di una formula che è solo di laboratorio.
Il Partito democratico, non è retorica, deve davvero nascere sul terreno della “ricomposizione delle grandi culture democratiche” come meglio di me è stato detto.
Il vero sostrato comune, non è l’indifferenziato ed abusato riferimento al “riformismo”, ma piuttosto l’idea che la socialdemocrazia e la lunga stagione del cattolicesimo democratico hanno convissuto e lottato nel quadro di una dialettica che muoveva, comunque, da un’obiezione storica sui limiti intrinseci del liberalismo. D’altronde dopo la caduta del Comunismo, lo stesso Magistero della Chiesa si pone senza incertezze come critica delle distorsioni ed insufficienze del liberalismo economico. Questo è un punto significativo.
È in questo mutamento che si colloca la sfida dei cattolici democratici italiani, la sfida della Margherita, la scommessa di un Partito Democratico nel nostro paese che sappia e cerchi di forzare forme e contenuti della politica per fare rivivere radici e valori solidi in un tempo di continuo cambiamento. È un traguardo dai volti molteplici e che risponde senza alternative credibili alla richiesta pressante di rigenerazione dal basso della politica italiana.

Please follow and like us:
error

Traffico pesante e Piazzetta degli alpini.

Cari amici,
torno a scrivere per informarvi che, a far data dal 14 Giugno 2006, sarà interdetto il traffico pesante sul tratto urbano di Via Maremmana con riferimento alla sola carreggiata destra (dalla Tiburtina verso Guidonia).
E’ stata una promessa elettorale ed un impegno mantenuto per risolvere un problema annoso e che condizionava fortemente la vivibilità e la scorrevolezza di quella che è la strada principale della Circoscrizione più popolosa del Comune di Guidonia Montecelio. Fra circa un paio di mesi verrà interdetto anche nell’altra direzione.
La prossima settimana partiranno invece i lavori per il rifacimento della Piazzetta degli Alpini, quella del monumento ai caduti per intenderci! L’intera superficie sarà ripavimentata, illuminata, e resa più decorosa. E’ stato un mio specifico impegno per un’area centrale della frazione di Villanova.
Ad maiora
Aldo

Please follow and like us:
error

Acea – Condotte e STRADE

Altre importantissime nuove:
Fra circa una settimana su Via Garibaldi inizieranno i lavori ACEA di sostituzione della rete idrica. Sono lavori che interesseranno tutta la Circoscrizione di Villanova e che creeranno innumerevoli disagi almeno per i prossimi tre anni.
Parliamo di un investimento colossale, procacciato dall’Amministrazione comunale e che si avvicina per il territorio di Villanova a ca. 10 mil. di Euro.
Questo renderà efficiente la nostra obsoleta ed insufficiente rete idrica oltre a comportare il rifacimento completo del manto stradale delle strade interessate dall’intervento.
Favoloso vero!!!
Spero di continuare a lavorare per tutti noi
Grazie per i suggerimenti

Please follow and like us:
error

Pubblica illuminazione

Cari amici, dopo molto tempo torno a scrivere sul mio blog e ad informarvi su novità, innovazioni, riferibili all’attività amministrativa della I Giunta Lippiello
Intanto con fierezza vi comunica che grazie soprattutto al sottoscritto e alla determinazione indefessa del Sindaco Lippiello si è affidata la gestione della pubblica illuminazione del nostro comune all’Enel sole.
Per meglio capire. Il Comune di Guidonia Montecelio ha circa 7000 punti luce; a fronte di questo, ormai ha solo un operario – elettricista, che deve muoversi su un territorio spazialmente immenso. L’operaio in questione dovrebbe occuparsi della ordinaria manutenzione (rectius il cambio lampade fulminate), mentre la straordinaria manutenzione andava in appalto esterno. Ora ciò non accadeva ormai da anni. L’operaio demotivato non riusciva a star dietro a tutta l’ordinaria e le varie ditte appaltatrici invece di occuparsi della straordinaria (riparazione guasti, cambio crepuscolari, scavi, cambio reti, cambio pali) erano costrette ad occuparsi dell’ordinaria. Per anni quando ero Presidente di Circoscrizione ho lamentato, purtroppo inascoltato, la problematica, avvertendo come prima o poi il fenomeno sarebbe imploso e sarebbe divenuto ingestibile. Ciò come voi tutti avete potuto constatare è andato man mano accadendo.

Le soluzioni erano solo due. O si potenziava l’organico degli operai comunali, o si esternalizzana completamente il servizio di manutenzione della pubblica illuminazione.

Appena eletto consigliere comunale ossia 9 mesi fa ho subito evidenziato l’urgenza di un’azione amministrativa risolutiva di un problema di così vaste proporzioni.

Il Comune di Guidonia, non avendo mai rispettato il patto di stabilità europeo fino a quest’anno 2005 in cui finalmente lo ha è fatto riequilibrando i conti pubblici, non può assumere, perciò opportunamente lo stesso Sindaco Filippo Lippiello ha preso contatti con la più grande azienda italiana di manutenzione elettrica ossia l’ENEL sole consociata della più nota ENEL, alla quale circa un mese fa è stata concessa la rete.

Queste le fasi dell’attività: monitoraggio della rete; monitoraggio e numerazione dei pali; informatizzazione del sistema; riparazione guasti e cambio completo delle lampade. Questo ci permetterà di avere una rete efficiente andando a riparare anche guasti e disservizi ormai decennali e permetterà ai cittadini, una volta regime, di aver riparata la lampada sotto casa, chiamando un nr. Verde in 48 ore e il guasto in 96 ore.

Questo sta accadendo e il servizio, ancora sperimentale, si sta dimostrando efficientissimo come voi tutti potrete constatare facendo un giro per la città a testa in sù…attenti agli incidenti!!!

ad maiora

Please follow and like us:
error

Tesseramento alla Margherita

Cari amici,
il 30 Ottobre p.v. scade il termine ultimo per l’iscrizione alla Margherita – DL.
L’Assemblea federale ha deciso un regolamento a cui sono state apportate alcune modifiche avanzate dai segretari regionali che è stato approvato formalmente. Con la festa della Margherita, che è stata fatta in Puglia ai primi di settembre, è stata lanciata la campagna nazionale per il tesseramento.
Si è parlato anche di federazione della Lista unitaria nella direzione DL. “Sul piano più strettamente politico – ha riferito Franco Marini – noi abbiamo deciso di fare la federazione con gli altri partiti di Uniti per l’Ulivo e mi è sembrato condiviso da tutta la stragrande maggioranza della direzione, l’idea che la realizzazione di questa federazione per avvicinare le posizioni politiche dei partiti che si sono presentati assieme alle europee, non è in contraddizione con il rafforzamento del partito della Margherita, del suo ruolo all’interno del centrosinistra e dentro la federazione.
Il senso politico del tesseramento come molti hanno ribadito è proprio quello di radicare di più la Margherita. Una Margherita forte fa il bene della federazione e del centrosinistra”.
Se sei interessato contattami in tempi BREVISSIMI!

Aldo

Please follow and like us:
error

Iscrizione alle liste dei Presidenti e degli scrutatori di seggio

Vi porto a conoscenza della possibilità, nel mese di Ottobre e solo in questo mese, di iscriversi alle liste dei Presidenti di seggio. Per chi è interessato lo specimen della domanda va ritirato al’Ufficio elettorale del Comune e ivi la domanda va riconsegnata dopo averla debitamente compilata nel rispetto dei requisiti richiesti.
Nel mese di Novembre p.v. invece si può presentare, con la medesima procedura, l’iscrizione alle liste degli scrutatori.
La tempistica segnalata è la stessa ogni anno e ogni anno si ripete!

Ciao

Please follow and like us:
error

Il patto di stabilità europeo

Dal 2001, ossia da quando il patto di stabilità europeo è stato istituito, il Comune di Guidonia – Montecelio non rientra nei parametri dallo stesso statuiti . Come primo intendimento dell’intera consiliatura la Giunta Lippiello sta tentando di porre rimedio a questa folle ed indecorosa mancanza mediante la compressione delle spese ed una politica che sia da subito efficiente, oculata e al contempo rigorosa.
I rilevamenti, che sono trimestrali, ci danno ragione e le previsioni sono più che rosee. Quest’anno finalmente il Comune di Guidonia – Montecelio dovrebbe rispettare i parametri dettati del patto di stabilità.
Ma è veramente importante farlo? Perché riparare una buca in meno o tenere più a lungo spento un lampione per ossequiare vincoli numerici di bilancio?
La ragione è unica ed è di fondamentale importanza. Rientrare nel patto di stabilità significa avere la possibilità, in relazione alla legislazione vigente, di fare investimenti che altrimenti sarebbero preclusi.
Per esemplificare: il non rispetto del patto di stabilità impedisce al Comune come a tutti gli Enti pubblici l’accensione dei mutui o ancora la predisposizione di bandi di concorso per il personale, con l’inefficienza e il nocumento che voi tutti potete immaginare.
Con queste felici premesse il 2006 si presenta florido e proficuo.
Stiamo proprio in questi giorni lavorando al Bilancio prossimo: primo Bilancio della Giunta Lippiello e già dai prodromi ci sono molte ed interessanti prospettive di cui a breve vi dirò.

Ad maiora

Please follow and like us:
error

La Giunta comunale

Ormai cinque mesi fa è stata nominata la Giunta comunale e il Consiglio comunale ha eletto nel suo seno il proprio Presidente. Ecco i nomi:

SINDACO: On.le Dott. Filippo Lippiello;

    Vice Sindaco e Assessore alle finanze: On.le Sabatino Leonetti;
    Assessore all’Urbanistica: On.le Dott.ssa Loredana Mezzabotta;
    Assessore ai Lavori pubblici e servizi manutentivi: On.le Filippo Silvi;
    Assessore All’Ambiente – turismo e trasporti: On.le Arturo Giura;
    Assessore alla Cultura – sport – spettacolo – Attività produttive e commercio: On.le Dott. Andrea Di Palma;
    Assessore alla Pubblica istruzione – Educazione ambientale: On.le Ing. Giovanni Polucci;
    Assessore al personale e servizi informativi: On.le Dott. Rinaldo Salvatori;
    Assessore ai Servizi sociali, casa, lavoro, handicap e mobilità: On.le Umberto Rinaldi;

Il nuovo Presidente del Consiglio: On.le Dott. Antonio Muratore

Come avete potuto rilevare da soli si tratta di una Giunta notevolmente autorevole e, come avete potuto facilmente verificare, abbiamo all’interno della stessa un amico… non senza la “responsabilità” dello scrivente! Questo ci permetterà di essere più incisivi a tutti i livelli istituzionali.

Please follow and like us:
error