Giunta Barbet: Un giudizio di piena insufficienza

#guidoniamontecelio

A quasi un anno dall’insediamento della nuova amministrazione a 5 Stelle e nel giorno in cui il Consiglio comunale è convocato per votare il primo bilancio della Giunta Barbet il giudizio della Città e dei cittadini non può essere che estremamente negativo.

Malgrado le aspettative (non nascondo anche del sottoscritto!) rispetto all’amministrazione Barbet, insediatasi nel oramai nel giugno 2017, i risultati – davanti ai nostri occhi – sono pessimi.

Eppure le condizioni di partenza erano interessanti: Consiglio comunale in gran parte rinnovato, maggioranza monocolore e costituita da neofiti e come tali pieni di buone intenzioni e di entusiasmo, scelte impopolari per riparare i guai del passato già prese dai Commissari di governo, un bilancio in attivo di cassa di circa 7 milioni di Euro (come mai a Guidonia!), posti vacanti nella dirigenza, che permettevano un grande rinnovamento in un’ottica di competenza ed innovazione.

Malgrado una situazione molto promettente le scelte, e spesso le non scelte, dell’amministrazione non ci portano a vedere alcun elemento positivo.

Cercherò in queste poche righe, rivolte soprattutto ai tanti delusi di questo anno di “non governo”, di elencare i fallimenti macroscopici, ma persino sulle questioni singole, prodotti da una classe dirigente nuova sì, ma totalmente incompetente amministrativamente e politicamente inadeguata.

Ed andiamo per ordine.

  • Politica di bilancio SBAGLIATA! Con 7 milioni di euro di attivo in cassa ed un’amministrazione che da oltre due anni non spende e non sottoscrive impegni di spesa vi erano tutte le condizioni per revocare il piano di equilibrio e – facendo ricorso a finanziamenti, transazioni, ed anticipazione – pagare tutti i cc.dd. “buffi” del passato (naturalmente individuando le specifiche responsabilità!).

Così non si è fatto. Si è invece confermato il piano di riequilibrio, si è aggravato lo stato debitorio non pagando le aziende fornitrici, che hanno prodotto contenziosi, tutti vinti, con aggravio di spese ed interessi e si è indebitato (con il piano di equilibrio!) per i prossimi 10 anni il Comune rendendo pressoché ingessata l’attività amministrativa.

Una follia! O meglio una gravissima responsabilità politica.

  • Una dirigenza mutilata rispetto alla quale Barbet non è stato capace di individuare (assumendosi responsabilità affidategli dalla legge e non raffigurando uno scenario di finta trasparenza) soluzioni nuove ed alternative. Dirigenti poco attivi, molti che chiedono di andar via, altri forse poco preparati o poco presenti… insomma una situazione della macchina burocratica dell’Ente ingessata e congelata.
  • Programmazione ordinaria completamente assente, a risentirne da subito le manutenzioni: basti pensare alla grottesca e triste storia delle BUCHE. Appena ci si affaccia all’attività politica locale si spiega ai ragazzi che la manutenzione ordinaria delle strade si programma per tempo e che entro agosto vanno preparate le carte per il bando pubblico per un fatto chiaro e lapalissiano: le piogge si verificano a novembre ed a marzo e bisogna per quelle scadenze essere già pronti con un servizio di manutenzione già affidato e operativo.

A Guidonia invece si annuncia (con un post su fb del Sindaco!) il bando… ma lo stesso non si fa e si procede solo in ritardo a seguito di un cambio di assessore. Insomma 6 mesi di ritardo su un’attività consueta ed ordinaria. BUCHE ancora ad oggi esistenti, pericolose e spesso non “riaterte”, ma mai tappate.

Come per la questione della raccolta del vetro… ancora più grottesca. Nessuno si accorge che l’affidamento al privato è scaduto e nessuno provvede ad una proroga tecnica in attesa del nuovo servizio. Incapacità ed inadeguatezza!

  • Fallimento completo sulle tematiche ambientali. Incapacità di bloccare la costruzione del TMB progetto tanto sbandierato in campagna elettorale (avevamo detto che era impossibile e siamo stati tacciati di connivenze con il privato proprietario!). Nessun avanzamento sul tema della bonifica della discarica (l’avremmo avviata entro 100 gg… e abbiamo spiegato come!), che anzi appare meno controllata, con i teli che si sono aperti e nessuno che interviene.

Nel frattempo l’inutile guerra al TMB ha prodotto solo l’impossibilità di far calare la TARI per tutti i cittadini di più di 1.800.000,00 già da quest’anno.

Parchi chiusi da due mesi per incapacità di programmazione ed incuria senza che vi sia rispetto alle vicende occorse una reazione veloce ed efficiente, ma solo uno scarica – barile fra dirigenti e settori dell’amministrazione.

Infine città sporca… nessuna novità o maggiore pulizia rispetto al passato anzi forse notevoli passi indietro anche perché l’isola ecologica comunale nell’ultimo anno è stata quasi sempre chiusa.

  • Sul fronte servizi sociali… N.P. Amministrazione non pervenuta… qualche proroga tecnica peraltro illegittima, nessun impulso al Piano di zona e servizi distrettuali nel limbo: continuano o non continuano (a seconda dei casi) senza che vi sia un atto concreto e formale con tutto ciò che questo comporta dal punto di vista della legittimità delle procedure.
  • Questione cave… un gran guazzabuglio rispetto al quale la Giunta contraddice se stessa ed il proprio programma… e fin qui potrebbe anche andare, ma soprattutto perde tempo con tavoli rispetto ai quali non si capisce quale sia l’indirizzo politico amministrativo o forse ve ne sono addirittura due… ma sulla questione invito a leggere una blogger locale attenta e puntuale

http://www.elisabettaaniballi.com/vertenza-cave-inutili-dannosi-tavoli-allargati-voluti-barbet-distraggono-dalla-vera-emergenza/

  • Sulla cultura e pubblica istruzione: solo pastrocchi. Un teatro che ha riaperto la stagione, ma nessuno se ne è accorto, poiché è sempre vuoto. Museo Lanciani rispetto al quale c’è solo confusione e bandi che vanno deserti. Questione mense su cui peggio non si poteva fare determinando procedure illegittime, poco trasparenti e costruendo una disciplina della questione innovativa (sic!) per territorio: in alcune circoscrizioni vale una regola, in altre un’altra.
  • Sul fronte finanziamenti: NULLA!!!! Neanche si parla più del famoso sportello Europa, eppure il Sindaco aveva spiegato che il Bengodi che prometteva era a portata di mano e che solo loro (grazie ai deputati europei grillini) avrebbero potuto trovare i fondi per cambiare la città.
  • La questione sicurezza non è neppure affrontata e la città si autogestisce lasciando ampie fette del territorio abbandonate e nel degrado.
  • Infine Tributi… si voleva demagogicamente riportare il servizio all’interno e non solo non lo si è fatto, ma si è riappaltato tutto al vecchio gestore Tre Esse su cui i grillini puri e duri (… di un tempo) ne avevano dette di tutti i colori e, perdendo tempo, si rischia se non si avviano le procedure adeguate in tempi stretti di chiudere addirittura le delegazioni sui territori per carenza di personale

 

 

Insomma un disastro completo ed il brutto appare il fatto che rispetto a questo disastro nulla si sta facendo per invertire la rotta anzi si assiste ad una inerzia disarmante, che non produce altro risultato che accatastare problematiche senza che nessuno con pazienza e competenza le affronti una ad una risolvendole. Una Giunta da cui si sono dimessi due assessori guidoniani e in cui i 6/8 sono tutte persone che non vivono e lavorano sul nostro territorio e che almeno per questo hanno una visione parziale e non completa delle problematiche.

E’ giusto che i nostri concittadini sappiano tali cose ed è per questo che ho chiesto al coordinamento del Polo civico di organizzare al più presto un’iniziativa pubblica dove invitare tutta la cittadinanza per far comprendere i ritardi e le inefficienze di una Giunta assente e insufficiente

Presto vi darò la data di questa iniziativa in cui spiegheremo meglio e numeri alla mano tutte le questioni.

Ad maiora

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *